idee, ispirazioni e design per una casa rock'n'roll

Siccome Claudia ci ha preso gusto (e forse, più di lei, qualche persona che ha modo di assaggiare ciò che la donzella sforna, voi siete dei lettori fortunati e trovate qui di seguito la foto-ricetta passo-dopo-passo che vi spiega come si fanno i cornetti fatti in casa. Appena mi sistemo li provo sicuramente! Grazie Claudia ♥

 

Dopo il pandoro e l’ossessione che ne è derivata, ho ricevuto una provocazione:

- Perché non impari a fare i cornetti della colazione?! Quelli son difficili! –

Così, ho imparato a fare i cornetti della colazione, senza tante difficoltà, e ne è nata una nuova ossessione dal sapore deliziosissimo e, come ogni nuova ossessione culinaria, ho subito pensato di rendere partecipi tutti voi.

Ecco la ricetta dei cornetti, quelli briochosi e morbidi

 

Ingredienti

Ingredienti:

560 gr di farina
100 gr di zucchero
280 gr di burro
20/25 gr di lievito di birra
3 uova
1 cucchiaino di sale
1 bustina di vanillina
120 gr di latte
zucchero a velo q.b.
raspatura di limone q.b.


Preparazione:

 

Impastiamo il lievito con 100 gr di farina e 60 gr di latte tiepido. Otterremo così la nostra forza lievitante, che lasceremo lievitare a sua volta fino a raddoppiare il suo volume, per 45 minuti circa.

Lievito, farina e latte

Impasto


Trascorso il tempo, uniremo a questo primo impasto i rimanenti 60 gr di latte tiepido, lo zucchero, 2 uova, 40 gr di burro morbido, la vanillina, la raspatura del limone (la ricetta originale parla di “un limone”, ma io ho trovato eccessivo il sapore che ne deriva e ho diminuito le dosi; trovate voi la giusta dimensione) e, in ultimo, 400 gr di farina ed il cucchiaino di sale. Impastiamo per bene e lasciamo lievitare per un paio di ore.

A parte, prepariamo anche il panetto di burro, unendo la farina ed il burro restanti e creando un composto, che andremo ad appiattire tra due fogli di carta da forno, che lasceremo a riposare in frigo.

 

altri ingredienti

secondo impasto


Dopo due ore di lievitazione, stendiamo l’impasto e poniamo al centro il panetto di burro ben appiattito. Ripieghiamo i lati verso il centro, in modo da racchiudere il burro all’interno dell’impasto e passiamo delicatamente il mattarello a stendere il tutto. Pieghiamo in tre parti e lasciamo riposare l’impasto in frigorifero per circa 20 minuti, dopo averlo racchiuso in un panno.

Impasto piegato

Impasto pronto a lievitare


A questo punto, stendiamo e pieghiamo ancora in tre parti l’impasto, dopo di che lasciamo riposare in frigo altri 30 minuti.

Tirato fuori l’impasto dal frigo, siamo pronti a creare i nostri cornetti. Stendiamo sino a raggiungere uno spessore non inferiore ai 5 mm e dividiamo la pasta in due strisce orizzontali, lungo le quali segniamo dei triangolini di circa 10 cm di base e 12/15 cm di altezza.

Impasto steso

e tagliato


Il taglio a triangoli


A metà base, incidiamo un piccolo taglietto, lo allunghiamo ed arrotoliamo i triangolini, in maniera tale da dar loro la forma finale.

Il taglio

dettaglio


Disponiamo i cornetti sulla teglia, tenendo in conto che dovranno lievitare, quindi distanziandoli l’uno dall’altro, e li lasciamo a riposare un paio d’ore (almeno: io li tengo a riposo anche tutta la notte, così da averli freschi freschi al mattino). Con questi ingredienti vengono fuori una ventina di cornetti: preparatene subito la quantità che preferite; gli altri possono essere congelati a questo punto, quando hanno la loro forma, ma ancora non sono lievitati. Quando vorrete prepararli, basterà tirarli fuori dal congelatore la sera, per trovarli lievitati la mattina e pronti da infornare.

In teglia

Una volta lievitati, li pennelliamo con l’uovo battuto e li inforniamo a 180° per circa 20 minuti. Quando saranno dorati, vorrà dire che sono pronti: li sforniamo e li ricopriamo con zucchero a velo. Se vogliamo, ci ficchiamo dentro la nutella, la marmellata o la crema e poi ce li mangiamo con un bel cappuccino.

Pronti!

Gnamme!

 

Ed eccoli, in tutto il loro splendore.

  1. cosa c’è di meglio dei cornetti caldi fatti in casa per iniziare bene il lunedì?



Lascia un commento


Non ve la prendete se il vostro commento verrà tagliato, modificato o eliminato: per evitare che questo succeda, sforzatevi di essere concisi, di rispettare persone e opinioni, e per quanto possibile di non andare fuori tema. Cercheremo di farlo anche noi.